Patto di corresponsabilità

  • PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA

“Per costruire una comunità educante capace di dare solide basi ai cittadini di domani”

 

Il “Patto di Corresponsabilità Educativa” è un accordo e un impegno formale e sostanziale tra genitori, studenti e scuola con la finalità di rendere esplicite e condivise, per l’intero percorso del primo ciclo di istruzione, aspettative e visione d’insieme del percorso formativo degli studenti.

La scuola, oltre ad essere luogo deputato alla formazione culturale degli studenti attraverso l’insegnamento delle discipline, assume il ruolo fondamentale di affiancare i genitori nella crescita dei figli sotto gli aspetti personale, relazionale e civile.

Per costruire una forte alleanza educativa tra famiglia e scuola durante tutto il percorso dello studente, è necessaria una condivisione responsabile di valori quali fiducia, rispetto, solidarietà, collaborazione.

Il “Patto di Corresponsabilità Educativa” si suddivide nelle sezioni:

  • rapporto docenti e genitori
  • rapporto docenti e studenti
  • rapporto tra studenti
  • rapporto tra docenti
  • rapporto tra docenti e personale educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario
  • il Dirigente Scolastico garante del “Patto di Corresponsabilità Educativa"

Rapporto docenti e genitori

Il rapporto tra docenti e genitori si fonda sulla fiducia; il genitore affida il proprio figlio al docente e il docente accoglie lo studente con cura nell’istituzione scolastica. Al fine di perseguire la realizzazione di un clima di fiducia, rispetto e responsabilità reciproci i genitori si impegnano a:

  • trasmettere ai figli il valore e l’importanza della scuola;
  • seguire e valorizzare il lavoro del proprio figlio, rispettandone le attitudini e incoraggiandolo soprattutto nei momenti di insuccesso;
  • sollecitare i figli al rispetto delle norme della comunità scolastica;
  • rispettare le competenze professionali dei docenti;
  • avere un atteggiamento di apertura e dialogo nei confronti dei docenti;
  • fornire ai docenti informazioni utili per conoscere il proprio figlio;
  • collaborare con la scuola, informandosi della vita scolastica e partecipando agli incontri periodici con i docenti;
  • garantire la frequenza scolastica e il rispetto degli orari, giustificando tempestivamente assenze e ritardi;
  • controllare e responsabilizzare il proprio figlio sullo svolgimento dei compiti assegnati e sull’ordine e la cura del materiale personale e didattico;
  • accertare e firmare per tempo eventuali comunicazioni scuola-famiglia;
  • rivolgersi ai docenti per segnalare la presenza di problemi in modo chiaro e rispettoso.

I docenti affiancano i genitori nella crescita culturale e personale degli studenti e a tal fine ritengono fondamentale:

  • rispettare lo studente nella sua specificità, ascoltando bisogni provenienti anche dalla famiglia;
  • riconoscere il ruolo fondamentale dei genitori nel processo educativo;
  • tutelare la riservatezza degli studenti e delle loro famiglie;
  • promuovere un clima sereno e improntato al dialogo, mantenendo un costante contatto con gli studenti e con le famiglie;
  • far conoscere l’offerta formativa;
  • prevedere ed essere disponibili a momenti di incontro e confronto con i genitori in forma di assemblea di classe o colloquio individuale;
  • ricercare il dialogo con i genitori per affrontare situazioni di difficoltà.

La scuola si è impegnata nella realizzazione e redazione di un documento (Policy e-safety), successivamente pubblicato sul sito istituzionale, per disciplinare l’utilizzo delle nuove tecnologie all’interno dell’Istituto e prevenire i rischi legati ad un utilizzo non corretto di internet (delibera n°2 del Collegio dei docenti n°7 del 10 aprile 2018)

I Genitori si impegnano a leggere e accettare il suddetto documento, sostenere la scuola nel promuovere la sicurezza degli alunni anche online, accedere al sito web della scuola per le dovute comunicazioni.

 

Rapporto docenti e studenti

 

Il valore fondante della relazione tra docenti e studenti è il rispetto, inteso da un lato come rispetto dello studente nei confronti del docente in quanto docente ed educatore, e dall’altro come rispetto del docente verso lo studente per valorizzarne personalità e specifiche capacità.

Il docente, consapevole del ruolo che assume nella formazione personale dello studente, mette in atto comportamenti volti a:

  • valorizzare la specificità di ogni studente e la pluralità di idee;
  • progettare una programmazione didattica attenta alle potenzialità di ciascuno;
  • coadiuvare lo studente nell’apprendere un metodo di studio il più possibile autonomo ed efficace;
  • promuovere e valorizzare il successo formativo;
  • porre in essere una valutazione trasparente;
  • incoraggiare un clima di cordialità, serenità e dialogo;
  • favorire un sentimento di solidarietà tra i componenti della classe e della scuola;
  • sostenere l’integrazione di studenti in difficoltà e di studenti diversamente abili;
  • promuovere l’accoglienza e l’integrazione di tutti gli studenti, tutelandone la cultura attraverso la conoscenza reciproca.                                                                                     Lo studente si impegna a:
  • assumere un atteggiamento positivo verso lo studio delle varie discipline;
  • essere attivo e attento nell'affrontare le proposte didattiche e nell'intervenire con ordine e pertinenza;
  • rispettare la figura educativa del docente;
  • osservare le norme scolastiche;
  • usare correttamente ambienti, materiali e sussidi didattici della scuola;
  • rivolgersi alle persone nella maniera adeguata nelle diverse situazioni comunicative;
  • frequentare regolarmente la scuola e rispettare gli orari di entrata ed uscita;
  • svolgere i compiti assegnati con regolarità e ordine;
  • non dimenticare il materiale scolastico occorrente;
  • far firmare gli avvisi scuola-famiglia.  

                              

Lo studente, con il contributo del docente, è sollecitato a:

  • scoprire e valorizzare le proprie capacità e attitudini;
  • migliorare le capacità di ascolto, attenzione e concentrazione;
  • imparare un metodo di studio personale ed efficace;
  • acquisire autonomia organizzativa (preparare la cartella, utilizzare il materiale scolastico, conoscere l’orario delle lezioni e l’alternanza delle attività);
  • costruire un processo di autovalutazione per comprendere i propri punti di forza e debolezza;
  • considerare un voto negativo come indicazione di un mancato apprendimento e non un giudizio sulla persona;
  • imparare a gestire difficoltà e situazioni di conflitto;
  • comprendere il valore delle regole di convivenza;
  • sviluppare la capacità d'ascolto, accettazione e rispetto dell’altro.

 

Rapporto tra studenti

 

Ogni studente in una visione di solidarietà, mutuo aiuto e collaborazione, nella relazione con gli altri studenti si impegna a:

  • rispettare l'integrità e la dignità della persona;
  • agire con calma e rispetto nei confronti dei compagni, evitando sempre offese verbali e fisiche;
  • costruire buone relazioni con gli altri studenti, valorizzando di ciascuno gli aspetti positivi;
  • accettare idee diverse espresse dai compagni e sostenere con correttezza la propria opinione;
  • aiutare i compagni in difficoltà.

 

Rapporto tra docenti

 

Il valore fondante della relazione tra docenti è la collaborazione. I docenti, nel rispetto della libertà d'insegnamento di

ciascuno, si impegnano a :

  • condividere obiettivi educativi;
  • individuare comportamenti comuni e regole condivise per evitare contraddizioni nella relazione educativa;
  • favorire l’organizzazione, l’interdisciplinarietà e l’unitarietà dell’insegnamento;
  • concordare modalità di gestione della classe, sistema e criteri di valutazione, modalità di assegnazione dei compiti a casa;
  • incentivare l’attuazione e lo scambio di buone prassi volte a favorire l’accrescimento personale e civile dello studente;
  • promuovere progetti e attività per gli studenti finalizzate allo sviluppo di competenze oltre le discipline scolastiche.

 

Rapporto tra docenti e personale educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario

 

Per garantire il miglior funzionamento della scuola i docenti si impegnano a:

  • collaborare con tutte le figure professionali presenti nella scuola, nel rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuno;
  • sensibilizzare gli studenti al rispetto delle persone che operano nella scuola, degli ambienti e delle strutture;
  • contribuire a mantenere pulito, ordinato e confortevole l'ambiente scolastico.

 

Per garantire il miglior funzionamento della scuola il personale educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario si impegna a:

  • collaborare con il personale docente, nel rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuno;
  • fornire aiuto, in relazione ai propri compiti e tempi di lavoro, nella gestione e nella vigilanza dei gruppi classi in particolari momenti: mensa, intervallo, temporanee assenze;
  • contribuire ad organizzare gli arredi e gli spazi scolastici in modo confortevole e funzionale al tipo di attività didattica.

 

 

Il Dirigente Scolastico garante del “Patto di corresponsabilità educativa”

 

Il Dirigente Scolastico è il garante del presente “Patto di Corresponsabilità Educativa”: è sua cura attivare momenti di informazione e discussione invitando i responsabili a sottoscriverlo. In particolare:

  • mette a disposizione dei genitori i documenti di riferimento dell’Istituzione scolastica;
  • accoglie i genitori all’inizio del percorso scolastico e li informa sui valori e le regole condivise descritte dal presente Patto;
  • promuove tra i docenti lo scambio di metodi e buone prassi, già esistenti nell'Istituto, con la finalità di aumentare l'opportunità di acquisire i valori dichiarati nel presente Patto da parte degli studenti;
  • favorisce la comunicazione, il dialogo e la collaborazione tra le componenti della comunità scolastica e con il territorio.